La Fiat 8V premiata alla 36° Cesana Sestriere

Fiat 8V (1954)
Fiat 8V (1954)

PAI ©

S’è conclusa ieri la 36esima edizione della Cesana-Sestriere – Trofeo Giovanni Agnelli – la “CE-SE”, come la chiamano nell’ambiente delle corse – nata nel 1961 e diventata uno dei più importanti appuntamenti dell’automobilismo sportivo e storico mondiale, valido per il Campionato Europeo e Campionato Italiano di velocità in salita per auto storiche. Sono stati oltre 120 i piloti che si sono cimentati sullo spettacolare tracciato di 10,4 chilometri che dai 1.300 metri s.l.m. di Cesana Torinese sale ai 2.035 del Sestriere, mete rinomate del turismo internazionale sia nella stagione estiva sia invernale.

Alla manifestazione erano presenti alcuni modelli unici della collezione FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo dedicato alla tutela e alla promozione del patrimonio storico dei marchi italiani di FCA, confermando il proprio interesse per questo settore in continua crescita che pervade trasversalmente la società contemporanea aggiungendo valore al comparto dell’auto moderna. Ulteriori informazioni sono disponibili al sito www.fcaheritage.com.

Il pubblico ha potuto ammirare presso gli stand situati alla partenza e all’arrivo una Fiat 1100 TV Trasformabile del 1955 e una Fiat 8V del 1954. A queste si sono aggiunti due modelli epici: la Lancia Fulvia HF 1600 con la quale Sandro Munari ha vinto il Rally di Montecarlo 1972 e l’ultima Lancia 037 del Martini Racing del 1984. La giuria della Cesana-Sestriere Experience ha assegnato il premio Best of Show alla Fiat 8V del 1954 della Collezione FCA Heritage, un coupé elegante con un potente motore 8 cilindri, che ha prevalso sulle oltre cento vetture partecipanti alla Cesana-Sestriere Experience, concorso dinamico di eleganza.

Accanto a questi gioielli senza tempo, la nuova Fiat 500 Anniversario, con alcuni esemplari della serie speciale che celebra il sessantesimo compleanno dell’icona Fiat. Per questa ricorrenza, Fiat ha organizzato anche una spettacolare parata di 500, coinvolgendo le vetture storiche di privati. Un altro omaggio a un modello senza età, divenuto simbolo del Made in Italy nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *